Impianto Cocleare: la mia storia e i miei risultati

Segui la nostra pagina ImpiantoCocleareInfo per non perderti articoli e iscriviti al nostro forum Portatori Impianto Cocleari Italiani: Sordità, Impianto Cocleare, Informazione e Inclusione sono le tematiche trattate

Mi chiamo Pablo Pisano e sono nato sordo a causa di una mutazione genetica chiamata  TMPRSS3, situata nel cromosoma 21, che porta a una progressiva ipoacusia neurosensoriale. Soffro di ipoacusia ski slope e non ho mai portato protesi e mi sono operato a 38 anni, dopo 2 anni questi sono i miei risultati(dopo il primo pezzo iniziale andate pure al minuto 1:49... il video è particolare, senza che ne sapessi niente era fuori sync ovvero la voce diceva una cosa e la scritta sotto le immagini un altra, ovviamente la maggior parte del video è rappresentato da immagini e voce narrante, e questo per evitare di aiutarmi con il labiale della conduttrice, ma... l'avrò azzeccata?):

L'importanza della Logopedia

"L'innovazione Tecnologica e l'esperienza clinica ventennale nella gestione del paziente con impianto cocleare ci impone una rivisitazione delle tecniche di valutazione e di riabilitazione uditiva.
I pazienti adulti con con impianto cocleare e impianto EAS(electric acoustic stimulation, ovvero ibrido NDR) possono e devono effettuare specifici training logopedici per il raggiungimento dei migliori risultati uditivi di discriminazione del linguaggio parlato.
Il training logopedico prevede la somministrazione di test di valutazione, la stesura e l'attuazione di un programma riabilitativo atto al miglioramento dei risultati uditivi anche in contesti di ascolto difficile come ascolto della musica e intellegibilità di programmi televisivi"
dott.ssa Ilaria Patelli

Il Cambiamento

Non bisogna andare tanti anni indietro per capire come ero messo a 29 anni per capirci sentivo così:

Pablo audiogramma 2008

 

Dopo 9 anni decido di fare ic e questo è il mio nuovo audiogramma(monolaterale)

Pablo primo audiogramma 2017(monolaterale)

Ovviamente ora sono molto meglio come audiogramma, sono bilaterale e a sinistra ho perso i residui non subito dopo operazione ma dopo un anno...Ma cosa mi ha portato a riprendere in mano la mia vita sociale e lavorativa? il fattore non è solo uno ma sono almeno 3:

  1. Averci provato(se non avessi scelto di fare IC non avrei potuto saperlo...)
  2. Chi mi ha operato(Domenico Cuda), chi mi ha fatto riabilitazione e i mappaggi(Ilaria Patelli, la vedete nel video) e anche il mio impianto cocleare
  3. Una giusta aspettativa e esercizio(con tante call e chiamate a lavoro, insomma non mi sono mai tirato indietro..)

 

L'importanza della preservazione dei Residui

A fine 2017 vengo operato da Domenico Cudaprimario all’ospedale di Piacenza Guglielmo da Saliceto, che come potete vedere dall' ultimo audiogramma mi ha preservato i residui(perchè è importante preservare i residui? leggi qui) e ha scelto per me un impianto EAS(electric acoustic stimulation) ovvero un impianto che fosse sia protesi acustica per i gravi che impianto cocleare.

IL MIO IMPIANTO COCLEARE

Nel mio caso scelse Il Med-EL sonnet EAS(sigla Me1320) e un elettrodo chiamato Flex24 a destra mentre per il sinistro optò per il flex28.

Il mio processore e la sua versione standard(senza PA) :

SONNET EAS (Me1320) e SONNET (Me1310)

Le tipologie di elettrodo Med-El

Non credo esistano ad ora case con così tanti tipi di elettrodi ce ne sono per tutti i gusti( e se aggiungiamo anche il software recentemente sviluppato OTOPLAN che punta alla medicina individualizzata nell'immediato futuro ne vedremo delle belle!)

Elettrodi Med-EL

Nel mio caso specifico la serie Flex è stata quella scelta per avere maggiori possibilità di salvare il residuo

Med-EL serie FLEX

 

Le strategie di maggi g della  Med-EL: CIS, FSP, FS4, FS4-P

Un altro tassello importante è rappresentato dalle strategie di mapping, io ho a destra FS4 e a sinistra FS4-P, nel mio caso non è secondario perchè con la CIS avevo ottenuto un punteggio al test OLSA di +3db(ovvero capivo il 50% delle parole a + 3 decibel rispetto al  rumore) mentre con la FS4 ho ottenuto un bel -1,7db da monolaterale e un bel -2,9db da bilaterale(capisco il 50% delle parole a -2,9 decibel rispetto al rumore), un normoudente in media fa -7db, questo è il mio referto da bilaterale:

Pablo Test OLSA (bilaterale)

Per capire meglio cosa siano traduco con piacere quanto scritto(e verificato) in questo articolo:

Le ultime strategie vocali di Med-El hanno causato molta confusione a causa della nuova
denominazione. Le persone continuano a confonderle tra loro, ma cosa fanno realmente, e quali sono le differenze?
Tutte usano una versione speciale di CIS: Continuous Interleaved Sampling. CIS funziona in questo modo: il segnale acustico che entra nel microfono viene diviso in diverse bande di frequenza. L'ampiezza del suono viene elaborata con tutta la “magia” dell’elaborazione del suono costituita da gamme dinamiche, filtro del rumore e tutto ciò che l’alta tecnologia offre, finché non viene lasciato l'inviluppo del suono elaborato.

I diversi elettrodi sono mappati su diverse bande di frequenza, di solito l'elettrodo apicale - l' elettrodo più profondo nella coclea - è mappato alla frequenza più bassa e l'elettrodo basale è mappato alla frequenza più alta.

A ogni "ciclo", il suono in ingresso viene elaborato, gli elettrodi corretti vengono attivati e ogni elettrodo viene stimolato sequenzialmente con la forma d'onda calcolata per quell' elettrodo specifico.
FSP, la strategia da cui nascono le versioni FS4 e FSP-4, differisce dalla CIS in quanto vi sono alcuni canali virtuali generati attraverso un impulso di forma specifica che viene stimolato come se fosse un normale elettrodo, ma che suona come un "elettrodo intermedio”. Inoltre, in FSP gli elettrodi a bassa requenza (fino a 3) vengono attivati alla stessa velocità del segnale sonoro a bassa frequenza. Ciò significa che la velocità alla quale gli elettrodi apicali si accendono non sarà la stessa della frequenza degli elettrodi basali, ma varia con la frequenza del suono. Questa viene chiamata codifica
frequenziale.
La strategia di codifica di FS4 differisce dalla FSP in quanto si possono stimolare fino a 4 canali apicali usando la codifica frequenziale. In FS4-p, la "p"; significa che la codifica frequenziale può essere attivata in parallelo su ogni coppia dei 4 elettrodi apicali codificati in base alla frequenza, cercando di minimizzare l'interazione tra canali.

 

Spero di non avervi annoiato con questi dettagli tecnici: io li AMO

 

Commenti

Commenti

Nessun commento ancora

Lascia un commento