Il rumore della vittoria

L'essere umano é per così dire "viziato": se riscontra anomalie nelle persone che incontra, automaticamente e talvolta inconsciamente, le classifica, senza soffermarsi a riflettere sulle cause. Generalmente si comprende il significato del verbo “SENTIRE” ascoltando le voci delle persone che si hanno accanto, i rumori del mondo che ci circonda e che, quotidianamente, martellano le nostre giornate.

SENTIRE é l'inizio di un dialogo con una persona appena incontrata
SENTIRE é bloccarsi davanti ad un forte rumore
SENTIRE é essere presenti in un luogo affollato

SENTIRE è questo ma non solo…

SENTIRE é anche guardare le labbra del nostro interlocutore, è percepirne il calore ed il respiro quando si avvicina, é far lavorare il cervello per concentrarsi a vivere in mezzo a più persone per seguire l'andamento delle conversazioni...
SENTIRE é esserci con tutti se stessi e con tutti i sensi, non solo con l'udito, é una capacità che non fa sentire "diversi” o “inferiori" ma più vivi.Ilaria Galbusera e Antonio Guzzardi nel loro documentario "Il rumore della vittoria" mi hanno ispirata nello scrivere questo articolo che vorrei terminare con alcuni passi tratti dal loro capolavoro condividendone con Voi la bellezza e la profondità :

“Il Rumore… il Rumore è un’azione per far sentire la propria presenza in società, una società che è essa stessa rumore, movimento, confusione, un affaccendarsi di avvenimenti che chi vuole essere partecipe della nostra realtà non si ferma a guardare e ascoltare… La Vittoria è, invece, il superamento degli stereotipi, del conformismo. E’ la vittoria sui preconcetti, sulle diversità, la vittoria sui media; la vittoria nelle scelte di vita, nella scuola, in famiglia, sul lavoro…”

The human being is so "spoiled": if he finds anomalies in the people he meets, automatically and sometimes unconsciously, he classifies without pausing to think about the causes.
Generally, you understand the meaning of the verb "HEAR" by listening to the voices of the people around you, the voices of the world that surrounds us and that are the daily soundtrack of our days.HEARING is the beginning of a dialogue with a person you've just met
HEARING is stoping in front of a loud noise
HEARING is to be present in a crowded place

HEARING is this but not only ...

HEARING is also looking at the lips of our interlocutor, It is to feel the heat and the breath when it approaches, It's a lot of work by the brain to focus on living in the midst of more people , to follow the trend of conversations ...
HEARING is to be present with everyone with all your senses, not only with your auditory sense, It is a skill that does not feel "different" or "inferior" but more alive.

Ilaria Galbusera and Antonio Guzzardi in their documentary "The Noise of Victory" inspired me to write this article, which I would like to end with some passages from their masterpiece, sharing with you the beauty and the depth:

"Noise ... noise is an action to make your presence felt in society, a society that itself is noise, movement, confusion, a series of events that those who want to be part of our reality do not stop looking and listening to ....
Victory is the overcoming of stereotypes, of conformism. It is the victory over preconceptions, diversity, victory over the media; Victory in life’s choices, in school, in family, at work ..."

Commenti

Commenti

Nessun commento ancora

Lascia un commento