Impianto Cocleare Interno – seconda generazione

 

traduzione libera, per articolo originale clicca qui per qualsiasi  imprecisione e/o correzione e/o feedback non esitate a contattarci alla pagina ImpiantoCocleareInfo , crediamo nella condivizione e speriamo sempre di dare la corretta informazione

Cochlear sta iniziando sperimentazioni cliniche di un apparecchio completamente impiantabile che spera possa essere il prossimo grande passo avanti nella tecnologia di livello mondiale che il chirurgo Graeme Clark ha sperimentato a Melbourne quattro decenni fa. Il dispositivo uditivo completamente impiantabile dovrebbe consentire ai pazienti di ascoltare 24 ore al giorno, sia che stiano dormendo, che si facciano la doccia, che nuotino o che addirittura si facciano giardinaggio nei periodi caldi - un grado di funzionalità che gli impianti attuali non possono fornire.

Questo perché fanno affidamento su processori audio esterni e batterie per far funzionare correttamente i dispositivi acustici impiantati e questi devono essere rimossi durante il sonno o l'ingresso in acqua. L'impianto completamente interno ora in fase di sperimentazione include una batteria e un processore del suono. Un paziente nella sperimentazione clinica è già stato impiantato, sintonizzato e acceso al Royal Victorian Eye and Ear Hospital di Melbourne.

 

 

Prof Graeme Clark che ha inventato l'impianto cocleare multicanale 40 anni fa. * La fotografia mostra l'impianto cocleare tradizionale, non il nuovo impianto (foto Josh Robenstone)

 

Robert Briggs, il chirurgo che guida il processo con Robert Cowan del Centro di ricerca cooperativa HEAR, spera di reclutare altri 10 pazienti per provare gli impianti sperimentali nei prossimi due anni. "È davvero un incredibile passo successivo", ha detto il professore associato Briggs. "La speranza è sicuramente che porterà a un dispositivo impiantabile disponibile in commercio."

Potrebbero volerci anni. Il dispositivo cocleare convenzionale è stato un enorme passo avanti quando è stato impiantato in un paziente a livello dell'occhio e dell'orecchio perché prima "non si capiva che si potesse ripristinare l'udito" in pazienti con perdita uditiva profonda, ha affermato il professore associato Briggs.

 

Il professore associato Robert Briggs (a sinistra), il chirurgo che guida le speranze del processo, recluta altri 10 pazienti per provare gli impianti sperimentali nei prossimi due anni.

I Rumori del corpo

La prima generazione del dispositivo completamente impiantabile è stata impiantata in tre pazienti nel 2005 e nel 2006 per uno studio di Fase 1, ma non è stato un successo. I "Rumori del corpo" (ovvero i suoni come i gorgoglii , masticazione  etc ...)  che sono familiari agli spettatori dei film di fantascienza di persone miniaturizzate che vanno ad esplorare all'interno di un corpo umano hanno interferito con la qualità del suono perché la tecnologia utilizzata nei microfoni interni in quel momento non era sofisticata abbastanza per essere in grado di cancellare quei suoni. Il cervello fa un ottimo lavoro nel sopprimere questi suoni, ma quando un microfono viene inserito sotto la pelle è un po 'come mettersi un dito nell'orecchio e scricchiolare sulle patatine allo stesso tempo, Jan Janssen, chief technology officer di Cochlear. Rende il suono "molto più forte".

I tre destinatari originali hanno ancora oggi gli impianti interni, il sig. Janssen ha detto. Una, una giovane madre in quel momento, disse che la faceva sentire più sicura sapendo che poteva sentire un allarme antincendio di notte. E un uomo in pensione che ama il giardinaggio senza l'impianto esterno nel caldo torrido di Melbourne ha detto che "ora almeno so quando spengo i miei utensili elettrici". Le speranze di Cochlear hanno notevolmente migliorato la tecnologia del microfono a cancellazione di rumore dell'ultimo decennio, risolvendo il problema dei "rumori del corpo" e gli ultimi microchip consentiranno agli impianti di scaricare nuovi aggiornamenti software non appena saranno disponibili, come un iPhone o un veicolo elettrico Tesla.

La batteria interna può essere ricaricata lentamente collegando il processore del suono esterno opzionale o "induttivamente" attraverso la pelle tramite un caricatore che si trova dietro l'orecchio quando è necessaria una carica adeguata.

Quanto si potrà sentire bene?

Lo studio (della seconda generazione) dirà se questi miglioramenti porteranno i pazienti impiantati con il dispositivo interno a sentire abbastanza bene da cavarsela senza l'elaboratore esterno del suono tutto il tempo, la maggior parte del tempo o se avranno solo bisogno di avere una conversazione, Ha detto il professore associato Briggs. Lo sviluppo dell'attuale versione del dispositivo e della sperimentazione clinica sta assorbendo della spesa annuale di ricerca e sviluppo di Cochlear del 12% delle vendite o poco più di $ 160 milioni.

Cochlear continua a investire pesantemente anche sugli impianti convenzionali e sui processori del suono. L'anno scorso ha rilasciato un processore audio per iPhone e più tardi quest'anno annuncerà i servizi di telemedicina collegati a quel dispositivo.

Sia il signor Janssen che il professore associato Griggs hanno affermato che sarebbe un errore per i pazienti con perdita uditiva profonda cercare di attendere maggiore funzionalità e praticità del dispositivo cocleare completamente impiantabile poiché i benefici dei dispositivi esistenti sono dimostrati e il ritardo nell'impianto può ridurre tali benefici .

L'aumento delle dimensioni del dispositivo significa che l'operazione di impianto richiede 90 minuti in più rispetto all'intervento di un'ora e mezza per un impianto cocleare convenzionale, ma l'intervento è ancora semplice, ha affermato il professore associato Briggs.

Commenti

Commenti

Nessun commento ancora

Lascia un commento