Miria – la mia storia

Segui la nostra pagina ImpiantoCocleareInfo per non perderti articoli e iscriviti al nostro forum Portatori Impianto Cocleari Italiani: Sordità, Impianto Cocleare, Informazione e Inclusione sono le tematiche trattate

Questa è la mia storia.
Sono Miria ho 55 anni e sono diventata quasi completamente sorda all'improvviso, dalla mattina alla sera senza un perché, a 50 anni. Ho sempre sofferto con le orecchie e la causa era il catarro, andavo alle terme perché in questi casi aiutano a scioglierlo. Secondo i medici l'udito calava per l'età e sostenevano quindi che fosse normale. Avevo 50 anni ed è li che è iniziato il mio incubo. Una mattina mi sono svegliata con un ronzio fastidioso in testa, proveniva dell'orecchio destro, non forte ma durante il giorno diventava sempre più forte. Piano piano la mia voce e quella delle altre persone non le sentivo più. Ricordo il giorno, era un venerdì sera e non sono andata al pronto soccorso perché di notte non c'è l'otorino.

Ho aspettato il giorno seguente, sabato, con la speranza che passasse questo rumore assordante. Mi son detta passerà piano piano, e invece no... non passava proprio.
Il lunedì sono andata dal mio medico di base che però, non essendo specialista otorino mi ha mandata a fare dei controlli specifici. L'otorino ha ritenuto necessario il ricovero immediato ed è durato 18 giorni. Sono stata sempre con le flebo, 24 ore su 24 ore, dicevano che ci voleva del tempo perché in corso c'era un'infiammazione.
Non riuscivo a rassegnarmi a tutto questo e ho iniziato a girare mezza Italia per andare da diversi specialisti. All'incirca dicevano le stesse cose: "Signora lei molto probabilmente è stata colpita da un virus e ha perso quasi completamente l'udito".
Mi hanno parlato dell'impianto cocleare, mi consigliavano di pensarci. "Signora adesso lo può fare un domani chissà... e se perde del tutto anche dall'altro orecchio cosa fa? Meglio farlo adesso, la metto in lista di attesa."
Non ho avuto modo di riflettere, sinceramente non volevo fare l'impianto cocleare, avevo troppa paura di operarmi e poi pensavo, mamma mia, che vita faccio così? E quanta pazienza dovrà avere chi mi sta vicino per ripetere sempre le cose? Se ho fatto l' IC è per la mia famiglia perché, sinceramente, se non mi avessero forzata probabilmente non lo avrei fatto. Per me è stato un percorso difficile e di pianti, ma adesso a distanza di 2 anni e qualche mese finalmente riesco a sentire meglio, certo non è più come prima, ma non importa. Sento rimbombi, voce metallica, i rumori sono forti, ma va bene tutto, meglio così che vivere in un mondo silenzioso.

In fondo l' IC mi ha cambiato la vita, riesco a sentire i suoni degli elettrodomestici, a sentire le voci di chi mi parla, ovviamente capire le parole non è sempre facile ma dipende anche dalle situazioni, se parlano da lontano o vicino. Inizio a capire qualcosa alla tv, dicono che ci vuole tempo, piano piano, mappa dopo mappa. Mi sento più tranquilla anche quando cammino per strada, riesco a sentire il rumore della macchina che passa e non devo sempre guardare indietro per controllare con la vista, oppure guardare l'autista se sta per fare marcia indietro, anche se a volte ho ancora l'istinto di guardare. Adesso come adesso non ci penserei 2 volte a fare l'impianto perché ne è valsa veramente la pena, anche se la strada è lunghissima prima di ottenere risultati ottimali, ma con tanta volontà e tanta logopedia ci si arriva. Non smetterò mai di ringraziare la mia famiglia per avermi forzata a fare l' IC e ovviamente di ringraziare il chirurgo che mi ha dato questa possibilità, la possibilità di poter sentire di nuovo e non c'è cosa più bella. Sentire è una bellissima parola, almeno per me, e credo che tutti debbano avere la possibilità di sentire e vivere, sfruttare questa possibilità visto che ad oggi c'è. Ogni persona è un caso a se e la decisione spetta al medico otorino, ma il mio consiglio è abbiate fiducia in lui. Nel mio caso ho avuto fiducia anche nella mia famiglia. Grazie a tutti per aver letto la mia testimonianza.

 

RACCONTA ANCHE TU LA TUA STORIA A: latuastoria@impiantococleare.info

Commenti

Commenti

Nessun commento ancora

Lascia un commento