Non fermatevi là dove siete arrivati

C'è stato un periodo che se mi fossi fermato e voltato indietro mi sarei perso, potevo andare solo avanti senza analizzare troppo situazioni e cose che mi avrebbero irrimediabilmente ferito, non potevo permettermelo... Ora sono una persona totalmente diversa e ,io credo, che chi decide di fare l'impianto cocleare debba psicologicamente fare un passo in più e capire che affrontare la sordità non sia solo una questione legata ai risultati e te ne accorgi anche nella quotidianietà...
Capita a tutti di dover portare il proprio figlio in piscina, è capitato anche a me e non potevo indossare il mio amato impianto cocleare: dovevo seguire quello che diceva l'istruttrice e in acqua era pieno di mamme con i propri piccoli, tutti con le mascherine. La cosa divertente è che io ero parecchio forte nel nuovo e facevo l'istruttore quando nei lavoretti estivi facevo l'animatore per la FILA, quindi non avrei avuto difficoltà conoscendo la materia. Nonostante questo ho detto subito all'istruttrice: "sono sordo come una campana, non ho potuto portare l'impianto perchè siamo in acqua, puoi toglierti la mascherina che leggo il labiale? tanto sei distante" ricevetti un si e un sorriso, prima non lo avrei mai fatto...
Bello, fantastico, ma c'è un però, con mio stupore il labiale non lo capisco più, mi fermo mi volto indietro e vedo Ale che mi sorrideva: e vabbè, mi rimaneva ancora la modalità power-ranger.
Volete sapere una cosa? alla fine è stato spettacolare perchè mio figlio rideva ancora di più e terminata la lezione si va dritti a casa senza più pensare che le difficoltà della vita sono belle anche se hanno fatto male e che quando non ti fermi ad analizzarle le fai più grosse di quello che sono realmente...
Auguro a tutti voi di fermarvi e voltarvi magari ricevete un sorriso come è capitato a me

Segui la nostra pagina ImpiantoCocleareInfo per non perderti articoli e iscriviti al nostro forum Portatori Impianto Cocleari Italiani: Sordità, Impianto Cocleare, Informazione e Inclusione sono le tematiche trattate

Commenti

Commenti

Nessun commento ancora

Lascia un commento