(Italiano) Catia: la mia attivazione

(Italiano)

C'è solo una costante nella vita : Il cambiamento.
Se resistiamo al cambiamento soffriamo inutilmente.
Dobbiamo accettare che tutto cambi : le persone, le situazioni, i sentimenti, la vita.
E dobbiamo accettarlo come un albero fa con il vento : piegandosi ma non spezzandosi.

La mia seconda attivazione

Il 23 Novembre, era un venerdì, ho fatto la mia seconda attivazione (sono bilaterale), che dire, è sempre un piacere per me entrare in quegli ambulatori, oramai mi conoscono tutti e sentirsi accogliere con un " Ciaooooo Catia come stai?????" e un abbraccio non può che metterti in uno stato di completa positività e serenità.

L' attivazione l' ho vissuta pure con il primo IC senza tante aspettative e così pure per il secondo...,la vivo come un controllo tecnico, perché so che è da quel momento che inizia la vera e propria riabilitazione. Fatta di alti e bassi, fatta di impegno, di duro lavoro tanti esercizi e sempre con animo positivo, così facendo sì ottengono ottimi risultati: almeno per me è stato così... Tante volte mi sono detta :Catia non mollare!!!!.

Detto ciò devo dire che mi ero dimenticata di come si sente all' inizio appena attivata, la voce che mi arriva sembra quella di Paperino, e non posso non ridere e si vede anche dal video, ma mi crea sempre un po' di ansia; so però che con il tempo tutto passa, per il primo mese cambierò quattro programmi che piano piano mi faranno sentire un po' meglio.

Non dimentichiamo che questo primo mese è dedicato solo ad allenare il nervo acustico e ad abituare il cervello a tutti questi nuovi stimoli che gli arrivano e che lui "poraccio" deve abituarsi a codificare.

Mano a mano che si andrà avanti sarà sempre meglio, ora il mio obiettivo è il primo mappaggio e da lì so che inizierò a sentire in maniera più naturale e via via i suoni saranno più tondi e meno metallici.

Se dovessi descrivere con una scena la mia attivazione sarebbe questa : io Atleta ferma ai blocchi di partenza che aspetta lo START.

E viaaaaa verso un nuovo percorso per "Risentire la vita" parte seconda.

Commenti

Commenti

No Comments Yet.

Leave a comment