IL MIO SECONDO IMPIANTO COCLEARE (Parte 2)

L’ATTIVAZIONE !

Finalmente ci siamo! Dopo 3 giorni a spasso per il nord Italia (sfruttando il fatto che avevo appuntamento il martedì dopo pasquetta) giungo finalmente in Ospedale. Non ho spazio per la preoccupazione, ho avuto davvero un ottimo post intervento e sono tranquillo. Ma emozionato e curioso si, tantissimo. Lì con me ci sono altre persone in attesa di attivazione del loro primo impianto e la memoria corre veloce ai ricordi di 2 anni fa. Allora non sapevo davvero cosa aspettarmi, ero sicuro che dato il mio percorso (nato udente e mai messi apparecchi prima dei 22 anni), l’accensione sarebbe stata poco più di una formalità e che avrei capito bene da subito. Niente di tutto ciò, i primi minuti del primo impianto erano stati abbastanza traumatici. Cosa aspettarmi dal secondo? Vista l’esperienza sapevo che non mi sarei dovuto far scoraggiare da un risultato simile.
Comunque si entra in sala e si procede con i test iniziali dove si certifica che gli elettrodi funzionino come devono. Mi viene ricordato che tale test si svolge anche in sala operatoria e che era già andato bene. Il processore in tutta questa fase non è ancora “acceso” ma si limita a mandare degli impulsi senza far arrivare nessun tipo di suono dall’ambiente circostante. Tutto ok comunque e nel giro di qualche minuto siamo pronti.
Ovviamente l’altro processore in questa fase deve essere tolto, e la grossa differenza con la prima attivazione sta qui : mentre nel 2017 l’orecchio sinistro aveva ancora un discreto residuo che in parte mi “ingannava” quando provavo a capire qualcosa con l’IC appena acceso a destra, ora invertendo i lati devo fare i conti con l’anacusia di destra successiva alla prima operazione. Quindi zero distrazioni, tutto ciò che arriverà al cervello sarà solo ed esclusivamente proveniente dal nuovo impianto.
Vengo avvisato e si parte.
“Ciao Flavio, come va?”
Non può essere che l’abbia capito, di sicuro ci sono riuscito con l’aiuto del labiale.
“Come senti la mia voce?”
Eh no, sembra tutto vero. Ho capito chiaramente cosa mi stava dicendo. Il tono della voce è molto cupo e innaturale ma riesco a discriminare bene ciò che mi viene detto.
Si passa ai test con la bocca schermata…
“Proviamo con le vocali? A, E, I, O, U”
“Proviamo con i colori. Rosso, verde, blu arancione”

Meraviglioso, azzecco tutto. Ok siamo in una stanza silenziosa e mi parla una sola persona da un metro di distanza ma è comunque una sensazione bellissima. Sicuramente una grandissima differenza col primo, dove per riuscire a discriminare qualche parola servirono un paio di settimane. Facciamo un paio di regolazioni per cercare di rendere più confortevole il suono, tenendo comunque presente che si tratta del primo adattamento e che i mappaggi veri e propri arriveranno più avanti.
Lo step successivo è la bilateralità! Accendo e indosso anche il destro, e finalmente si prova la stereofonia!
Una botta di suoni, mi lasciano qualche minuto per andare a fare due passi e provare in mezzo ai normali rumori, e anche un semplice caffè al bar del piano terra si trasforma in una esperienza indimenticabile….
Se fare il primo IC è una cosa abbastanza sconvolgente, aggiungere il secondo è una sensazione altrettanto forte, diversissima a mio avviso, ma che da quell’impressione di completezza che per ovvi motivi non si può provare con un solo processore o con l’ascolto bimodale (riferito al mio caso, in cui non aveva davvero più senso).
Il rientro a casa è tranquillo, in aereo capisco gli annunci e per ora mi pare di poter dire che vada tutto bene. Ci sarà parecchio lavoro da fare anche per questo, siamo molto lontani da una qualità soddisfacente ma come ho fatto per il destro sono pronto a dedicarmi con tutto l’impegno possibile.
A casa, mentre scrivo queste ultime righe, non posso resistere alla tentazione di farmi coccolare da un bel sottofondo musicale, anche qui sembra che i presupposti ci siano ed è piacevolissimo sentire la splendida “Release” dei Pearl Jam.

I see the words on a rocking horse of time…
(Vedo le parole sul cavallo a dondolo del tempo)

 

Segui la nostra pagina ImpiantoCocleareInfo per non perderti articoli e iscriviti al nostro forum Portatori Impianto Cocleari Italiani: Sordità, Impianto Cocleare, Informazione e Inclusione sono le tematiche trattate

Commenti

Commenti

Nessun commento ancora

Lascia un commento